logo digita vaticana

DONA ALMENO 500 EURO E RICEVI LA SPECIALE RIPRODUZIONE
IN EDIZIONE LIMITATA DI UNA PAGINA DEL VIRGILIO VATICANO.

INSIEME PER CONDIVIDERE UN PATRIMONIO UNIVERSALE

Tokyo e Roma, 8 luglio 2016

Grazie alla collaborazione tra Biblioteca Apostolica Vaticana, Digita Vaticana, NTT DATA Corporation e Canon Inc. è stata realizzata una speciale stampa a tiratura limitata di uno dei più antichi e preziosi manoscritti conservati nella Biblioteca, il Folio XXII recto del Virgilio Vaticano. Digita Vaticana invierà la riproduzione, certificata dalla stessa Biblioteca Apostolica Vaticana, alle prime 200 persone o organizzazioni che, a partire da oggi, sosterranno con una donazione pari o superiore a 500 Euro il progetto di digitalizzazione dei manoscritti della Biblioteca Vaticana. Le riproduzioni saranno inviate ai donatori a partire dal 1° settembre 2016

UNA PAGINA DELL’ENEIDE IN HD

Il Virgilio Vaticano è uno dei più antichi manoscritti contenenti il testo dell’Eneide. Risale al 400 d.C. ed è costituito da 76 fogli con 50 illustrazioni. Il Folio XXIIr rappresenta Creusa mentre cerca di trattenere il marito Enea dalla battaglia. Attraverso una speciale tecnologia di stampa 3D sviluppata da Canon, è stato possibile realizzare un facsimile, delle stesse dimensioni dell’originale, caratterizzato da una leggera texture in rilievo che esalta anche il più piccolo particolare dell’antica pagina: dagli strati dovuti alla sovrapposizione dei colori ai bordi irregolari della pergamena, dai riflessi dorati presenti sulle lettere che descrivono la scena ai difetti dovuti al deterioramento di un manoscritto che ha più di 1600 anni, oltre, naturalmente, all’altissima fedeltà dei colori

NUOVE TECNOLOGIE PER ANTICHI TESORI

Il processo di digitalizzazione, che dal 2014 si avvale del supporto tecnologico di NTT DATA, ci permette di avere delle immagini ad altissima definizione dei manoscritti. Grazie alla collaborazione con Canon e Océ, azienda che fa parte dello stesso gruppo Canon, è stato possibile creare questi facsimili unici, impiegando una tecnologia di elaborazione delle immagini capace di ricreare l’aspetto di materiali, colori, contorni superficiali e lucentezza del documento originale. La speciale riproduzione, che verrà inviata a 200 donatori, è la testimonianza di come la digitalizzazione e le tecnologie più avanzate possano essere utilizzate non solo per conservare, ma anche per condividere l’importanza e la bellezza di un patrimonio culturale universale.